fbpx

Scarica GRATIS il videocorso Active Campaign Training…

Active CampaignCiao e benvenuto su Mailing List Italia, il Blog di riferimento in Italia per chi desidera imparare ad utilizzare uno dei migliori autorisponditori della rete e creare una Mailing List professionale con i migliori strumenti di WebMarketing disponibili.

ActiveCampaign è un Autorisponditore professionale che consente di creare e gestire in totale autonomia la tua Mailing List.

Ora è il caso che io non dia per scontato che tu sappia esattamente cos’è un Autorisponditore e perchè non utilizzarne uno professionale come ActiveCampaign può letteralmente significare il fallimento completo della tua attività sul Web.

ACTIVECAMPAIGN è un software online (quindi non si installa nè sul tuo pc nè sul tuo server) studiato per gestire le cosiddette “Liste di email”; vediamo le principali funzioni:

  • Raccogliere gli indirizzi email dei visitatori tramite form
  • gestire le emails ed inserirle in liste differenti
  • creare liste dedicate
  • gestire l’invio automatico delle emails di followup (sequenza programmata)
  • gestire l’invio delle emails immediate ad una o più liste (broadcast)
  • gestire lo spostamento da una lista all’altra
  • gestire l’invio periodico “newsletter”
  • tracking delle aperture/click
  • FollowUp condizionali
  • gestione della disiscrizione automatica come da legge sulla privacy
  • e molto altro….

Cosa differenzia una Autorisponditore professionale come ACTIVECAMPAIGN da uno “free” oppure da uno installato sul tuo server?

Per prima cosa, ActiveCampaign è una piattaforma che invia email sequenziali oppure istantanee non utilizzando il tuo indirizzo IP ma utilizzando server propri; cosa significa tutto questo? Significa essenzialmente che, essendo ActiveCampaign un servizio di Email Marketing altamente professionale, i suoi server possono garantire una elevatissimo tasso di consegna delle email inviate, senza che vengano classificate come SPAM!

Se tu provassi ad inviare email di massa direttamente dal tuo Pc o dal tuo account di posta (esempio Gmail) caricando una lista di contatti, nel giro di qualche ora le tue email sarebbero classificate come SPAM e il tuo IP (indirizzo internet dal quale ti connetti) sarebbe inserito in “BlackList”.

Risultato? le tue emails non sarebbero più consegnate e il tuo lavoro sarebbe compromesso.

Qui entrano in gioco i server di ActiveCampaign; queste aziende di email marketing professionale (come Aweber, Mailchimp, Infusionsoft ecc.ecc.), hanno una rigida politica AntiSpam, gestendo in modo molto controllato le modalità di acquisizione degli indirizzi email.

E’ sempre molto articolato il procedimento per fare “l’import” delle liste di nominativi, ed è sempre preferibile la raccolta degli indirizzi email attraverso il classico modulo di iscrizione (form) posizionato su un sitoweb/blog: la cosiddetta “iscrizione volontaria” della persona.

Attuando in modo inequivocabile ed inflessibile queste procedure, gli autorisponditori professionali come ActiveCampaign possono vantare un elevatissimo tasso di “deliverability” e quindi una % di consegna delle email assolutamente vicina al 100%.

Per questo motivo ti ho messo a disposizione il mio Videocorso ACTIVECAMPAIGN Training: in poco più di 2 ore, sarai in grado di muoverti “agilmente” all’interno del tuo Account ActiveCampaign ed iniziare a lavorare con l’Email Marketing.

Scarica subito il Videocorso GRATUITO che ho messo a disposizione per te: inserisci la tua email nel box qui a destra e procedi al download gratuito.

ActiveCampaign diventerà il tuo principale alleato nel tuo business online.

Buona Visione!

Alessandro Vignolo

You May Also Like

  • BUONGIORNO ALESSANDRO VORREI CONDIVIDERE UN MIO PROGETTO CON TE, MI CHIAMO GIORGIO DEL SOLE E IL MIO NUMERO DI TELEFONO è xxxxxxxxx

    BUONA GIORNATA

    • Ciao scusa il ritardo nella risposta; ti ringrazio Giorgio ma al momento ho talmente tanti progetti in piedi che non mi posso permettere di vagliarne altri.
      Ti ringrazio molto

  • Salve, sto creando un nuovo sito di e-commerce e tra poco dovrò cominciare a rastrellare il maggior numero di clienti target. Non so ancora se farò anche un blog, all’inizio avrò troppe cose da fare, però penso che per le mie vendite online, avrò bisogno di uno strumento tipo il tuo. Cosa avresti da dirmi sull’utilizzo di Getresponse in un e-commerce?
    Un cordiale saluto
    Gianni

    • Ciao Gianni scusa il ritardo, avevo le notifiche spente…:)

      Per quanto riguarda l’ecommerce ti consiglio vivamente di affiancargli un blog con il quale procurarti molto traffico in target e poi incanalarlo verso l’ecommerce. Non è facile prendere traffico direttamente su un ecommerce; deve essere settato bene e deve essere creato da un professionista del settore; se poi ti serve un nominativo sarò ben felice di fornirtelo.
      Get Response va bene per qualsiasi utilizzo, lo puoi integrare all’interno del tuo ecommerce e farlo lavorare insieme all’autorisponditore integrato che sicuramente avraà la tua piattaforma con il quale gestisci le comunicazioni con il cliente.
      Mi raccomando….fai anche un Blog in tema.

  • Ciao Alessandro, grazie per il corposo materiale messo a disposizione, mi sono inscritto a GetResponse attraverso il tuo link. Vorrei farti una domanda al volo (forse qui non è il posto giusto, potrai cancellare il commento): inserendo i dati a uno a uno dal mio vecchio DB (perchè voglio mantenere più campi, e non so come fare per scaricare qualcosa che vada oltre nome+email….), ho notato che per alcuni contatti il sistema mi dice in un box rosso che l’utente/mail è in blacklist. Com’è possibile, se non ho ancora inviato niente e non ce l’ho messo io in blacklist? Ha una biblioteca di blacklist generiche? Grazie

    • Puo’ essere che l’indirizzo email sia stato segnalato come Spam, si puo essere…a me non è mai successo però sicuramente ci sta che non sia un indirizzo “pulito”..

  • Ciao, uso Getresponse da poco, in quanto appunto è ritenuto essere il Top.

    Volevo però chiederti, recentemente c’è stata la diffusione di Imsc RapidMailer che va installato sul proprio server WP, la domanda è questa: utilizzando come suggeriscono Amazon AES si ovvia al cal dell’email deliverability con un sostanziale abbattimento del prezzo (1$ x 10.000 mail) oppure anche usando amazon aes (o sendgrid od altri) per inviare le mail queste avranno un netto calo nell’arrivo rispetto a get?
    Lo chiedo appunto perchè non l’ho acquistato e quindi non ho fatto test, visto che poi sarebbero comunque test di invio ad una lista quindi se lo sai già tu si fa prima 🙂
    Grazie e bel sito, molto curato nei contenuti, complimenti
    Vianny

    • Scusa per il ritardo.

      trovi qualche (pochi) video di questo strumento su youtube.

      è giovane, che può essere un pregio perchè sembra fatto bene e quindi può migliorare, come potrebbe anche essere che chiuda da un momento all’altro.
      Costo di lancio (credo) 67$ invece che 199$ quindi prezzo aggressivo. Una licenza la puoi installare su max 3 tuoi blog, oltre servono altre licenze.

      – Pro, hai tutto il sistema di gestione in casa, dentro al tuo WP, non dipendi da esterni se non per invio (nel caso molto consigliato che usi appunto dei sistemi di invio di terze parti) che comunque puoi cambiare in ogni momento.
      – Contro, hai tutto in casa dentro al tuo WP … 🙂 . Compri la licenza quindi è tuo, ma se domani smettono di aggiornarlo? se non esce la versione per WP 4 o quel che sarà? Ok magari esporti tutti gli utenti e te li importi in GR o AWB ma ti tocca rifare tutto lavoro di impostazione liste, followup, ecc.

      Solidità azienda non pervenuta, come detto sembra un progetto relativamente nuovo, non ho trovato molte info in giro.

      Interfaccia tutta inglese, con tante opzioni, tante … forse troppe per gli users medi, potrebbero perdercisi e non riuscire a farlo andare come dovrebbe (altro punto negativo, pregio per chi un po smanettone, ma problema per gli altri)

      Per invio puoi usare appunto Amazon AES, Mandrill, Sendgrid, anche gmail o qualsiasi SMTP che ti permetta di inviare mail in modo pesante. Amazon AES non l’ho mai usato direttamente, ho sentito dire che non abbia deliverability altissima ma al tempo stesso so che Mandrill è su Amazon quindi non è che credo poi molto alla prima affermazione, non vorrei fosse solo qualche voce messa fuori per screditarli magari da gente che ne ha da guadagnare o che semplicemente non è stata in grado di usare i loro sistemi.

      Costi di invio indicati sono giusti, 1$ -> 10.000 mail con Amazon, 12.000 invii gratis con Mandrill per poi pagare 0.20$ ogni 1.000 invii (esempio 40.000mail/mese = 5.60$ , 100.000-> 17.60$, 1.000.000-> 197.60$) con possibilità anche di IP dedicato (30$ al mese in più) che ti permette di avere più garanzie di non essere in qualche blacklist (qui hai confronto delle funzioni tra Mandrill e uno dei top del settore Sendgrid http://mandrill.com/features/ )

      Se io dovessi partire quindi lo farei più con Mandrill che con Amazon, ma non so se mi prenderei in casa un software che mi deve gestire una cosa così delicata e di cui non ho garanzie di continuità e aggiornamenti (a promesse ok ci sono ma … )

      Quindi la risposta sarebbe più sulla praticità e complessità d’uso, perchè penso che a livello di consegna siamo li, entrambi sono servizi fatti appositamente per quello (con RapidMailer effettivamente poter cambiare quando vuoi il servizio esterno per l’invio non è niente male in caso di problemi).
      Sai l’inglese? vuoi “smanettare” nel tuo WP? Sai impostare le varie videate? ok IMSC con canone iniziale + mandrill o Amazon.
      Fai fatica anche solo a installare WP? Non vuoi saperne na beata m… di scegliere quale servizio usare per l’invio, come settare il tutto, avere più funzioni di quante ne userai? Scegli un servizio già ottimizzato come GR, AWB o altri

  • Ciao Alessandro, ti leggo da qualche giorno dalla pagina di Frank e VV. Complimenti, siete davvero forti. Vorrei iniziare a farmi almeno una cultura di base attraverso le risorse che mettete a disposizione. Ho scoperto infatti di aver sbagliato tutto fino ad ora. Mi sono già iscritto a quasi tutti i vs. servizi, ma devo trovare il tempo di leggere per bene tutto quanto. Mi sono iscritto anche alla tua mailing list, ma non so se ho sbagliato qualcosa, non sono riuscito a trovare nulla nella mail del corso che offri. Come posso fare?
    PS:
    E NON prendermi per il culo, ho visto che siete tutti mooolto sarcastici, ma siete anche mooolto simpatici e spassosi da leggere. E’ la vs. forza.

    Grazie mille!
    Fabio

    • E perchè mai? ci mancherebbe…..XD
      Lo trovi probabilmente nella casella spam, in quanto a volte finisce li…hai confermato l’iscrizione?
      Per il PS 2 scrivimi in Pvt..;)

      Ciao!

  • Ciao Alessandro, ho apprezzato molto questa iniziativa di far apprendere le funzioni di getresponse che essendo in inglese mi rende un pò difficile l’apprendimento. Mi sono iscritta circa 12 ore fa alla tua mailing list. Dopo aver confermato dice: in 5 minuti avrei ricevuto il videocorso ma non riesco a capire dove mi arriva e sopratutto quando. Puoi aiutarmi?
    Grazie

  • Ciao Ale,
    finalmente sono riuscito a finire la visione del cosrso su Getresponse. Ora ne capisco di pù, grazie a te. Lo so sono lungo, ma il tempo è una risorsa molto scarsa, come dice Pierncola. Volevo tra l’altro farti i complimenti per il tuo intervento al corso di Frank, simpaticissimo. Non ti ho salutato personalmente perchè eri circondato da un sacco di persone e non volevo aggiungermi. Tra l’altro ho comprato anche Blogvendita che comincerò a studiare tra un pò. Ma riguardo all’ autorisponditore volevo chiederti come mai hai cambiato prodotto? Ne hai trovato uno migliore? ActiveCampaign è migliore di Getresponse? Grazie.

    • Ciao Fabio, si è il tempo è il costo più elevato. Per quanto riguarda Active Campaign, ho deciso di cambiare per le motivazioni che troverai all’interno del videocorso; ritengo che quando si trova una risorsa che ti permette di prendere il “largo” rispetto ai concorrenti, vada sfruttata al massimo; come al solito, prima di decidere, ho fatto mesi di test, in quanto questo è un passo importante. Qui siamo veramente su un altro livello. Per questo mi sento di consigliarti di valutarlo bene.
      Grazie 1000! ciao.

  • Ciao Alessandro, grazie al tuo videocorso utilizzo le grandi funzionalità di Active Campaign per i miei clienti già da qualche mese con ottimi risultati 🙂
    Tu come ti regoli per la fatturazione? Il mio commercialista mi ha chiesto la P.IVA di AC (altrimenti non posso scaricare una beata mazza), li ho contattati tramite il supporto e la chat per ben 2 volte ma non mi hanno ancora mandato nulla…

    • Ciao perdona, avevo le notifiche disattivate.
      La Piva (VAT) basta che la chiedi al support e loro te la inseriscono sia nelle future invoice che su quella già emesse (l’ho fatto anch’io)
      Ciaoo

  • >